Sesso/lavoro: fatelo meno, fatelo meglio.

Sarà il caldo.
Oppure l’asfissiante crisi che toglie ogni voglia e desiderio
d’imprendere come d’accoppiarsi.
O magari quell’ansia da prestazione tanto chiacchierata e fino in fondo mai compresa, affrontata, superata.

Il fatto è che il problema è serio e andrebbe preso di petto, analizzato, spacchettato in singoli nodi e sciolto con pazienza e caparbietà.

Il fatto è che viviamo ancora in una società che ha un eccessivo bisogno di mostrarsi più bella, più alta, più professionale, più attraente e produttiva di com’è in realtà.

In ufficio puoi vedere persone tarantolate che si agitano in preda ad un furore quasi mistico, che ticchettano sulle tastiere come se non ci fosse un domani, che telefonano a tutti, in continuazione, parlando a voce alta e successivamente ripetendo a chiunque quanto hanno scritto e parlato.
Persone che passano in ufficio 10 ore ma che, a ben vedere, hanno prodotto al massimo per 3 o 4 e, dunque, hanno sprecato tempo utile che avrebbero potuto utilizzare per altre attività quali leggere un giornale o un libro, parlare con qualcuno per schiarirsi le idee, imparare una cosa nuova, fare un’attività socialmente utile.

E’ il grande paradosso del lavoro in ufficio che, spesso, in mancanza di elementi precisi di valutazione del rapporto tra processo produttivo e risultato, segue le stesse dinamiche di quello che io chiamo il sesso apparente, ovvero l’aspetto scenografico della prestazione che però non ci dice niente della reale soddisfazione rispetto alla performance.

E’ il dramma dei punti di vista che non si vogliono confrontare perché per farlo occorrerebbe dirsi delle scomodissime verità.

E allora se lo chiedi a lui:
“Com’è andata ieri?”
“ah beh, abbiamo fatto sesso per 2 ore di seguito, io ero concentratissimo, lei era estasiata!”
“mmm. E da che l’hai capito?”
“beh dai si intuisce, aveva gli occhi chiusi, sembrava in trance!”

Ma se lo chiedi a lei:
“Allora ieri?”
“beh sì, niente male, però dopo 20 minuti m’ero già stancata, dovevo andare al supermercato, chiamare l’estetista…”
“mmm. Glielo hai detto?”
“figurati, non avrebbe capito. Ho chiuso gli occhi, fatto la lista della spesa, ripassato la lezione di giapponese…”

Un’iperbole (of course…) giusto per dire che nel nostro contemporaneo sempre più raramente domanda e offerta si incontrano correttamente e il contesto economico e sociale richiede uno sforzo di aggiornamento dei parametri di valutazione.

Stare 8 ore in ufficio non significa necessariamente lavorare, così come copulare tutti i giorni non significa automaticamente soddisfare il proprio partner.
(Resistete alla voglia di fare paragoni e approfondimenti così come io ho resistito al desiderio di essere molto, molto più specifica di così).

Le posizioni tra datori di lavoro e lavoratori e tra partner sono ancora troppo pericolosamente irremovibili e non stimolano l’evoluzione positiva verso un dialogo più aperto che potrebbe migliorare, e molto, prestazioni e soddisfazioni reciproche.
La concertazione (con buona pace di Monti) è ancora il metodo più utile per raggiungere risultati migliori purché non si menta sulle reali capacità e si rispettino gli impegni presi.

Bisogna parlarsi, capirsi, trovare intese comuni su desideri e obiettivi.
Bisogna impegnarsi per una produttività reale, per sgonfiare la bolla dell’apparenza che fa più danni dello spread, a letto come al lavoro.

Sì lo so, il paragone vi pare osceno ma pensateci la prossima volta che fate l’amore o che, come me, invece di lavorare passate una buona mezzora a scrivere un post come questo ;)

Annunci

2 thoughts on “Sesso/lavoro: fatelo meno, fatelo meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...