Parlamentarie condominiali

Le parlamentarie ovvero il sistema per trasformare il Parlamento in una gigantesca riunione di condominio.

L’idea in se’ non mi dispiace.
Dare voce a tante persone normali e sconosciute, risvegliarle da un torpore civico, farle muovere, partecipare, uscire di casa, mettersi in gioco è un merito che al Movimento 5 Stelle va comunque riconosciuto.

Non c’è dubbio però che  a vedere alcuni dei video dei candidati qualche brividino l’ho avuto.

Siamo d’accordo sul fatto che anche io se facessi un video di quel genere sarei ridicola.
E’ chiaro che politici della caratura di Scilipoti e Calderoli possono essere sostituiti pure da due manichini della Coin.
Riconosco che questo Parlamento ha dato veramente il peggio di se’ su molti fronti e in tutti gli schieramenti.
Convengo che in politica ci vuole onestà, senso civico e spirito di sacrificio per il bene comune.

Tutto molto bello ma l’idea di sostituire i politici con “laggente normale” non funziona, e non perché un operaio, una casalinga o un giovane disoccupato non possano occuparsi della cosa pubblica.

Il dramma è che si cerca di far passare il concetto che per risolvere i probelmi di un’intera nazione sia sufficiente onestà e buona volontà mentre la preparazione teorica e la capacità concreta di mediazione dei contrasti (ovvero due skill fondamentali per chi vuole fare politica) siano solo la fuffa con la quale si inganna il popolo.

Ecco, questa cosa mi fa sempre venire in mente l’esempio delle riunioni di condominio:
se non ci fosse sempre quell’1 o 2% di condomini preparati, proattivi, che hanno letto bene la convocazione e il bilancio e si prendono la briga di farsi portavoce, placare gli animi, mediare con l’amministratore e trovare una soluzione, sapete quanti palazzi sarebbero andati in vacca?

Ecco, quei condomini sono l’immagine di ciò che dovrebbe essere la rappresentanza politica: onesti, attenti al bene comune, preparati sui temi che devono trattare e capaci di comporre un conflitto ottenendo un risultato.
Gli altri sono solitamente tutti armati di buona volontà ma, almeno nel mio condominio, inveiscono contro il sistema (il regolamento), il governo (l’amministratore), i partiti (gli altri condomini) poi quando gli dici “sediamoci a tavolino, leggiamo le carte, proponiamo un’alternativa, prendiamo una decisione” finisce sempre con “ehmm, sì, boh, po’ esse, però costa troppo (?), bisognava farlo un anno fa (??) e comunque ho lasciato il sugo sul fuoco quindi arrivederci (ah, ecco)”.

In questa selezione dal basso così estremizzata (e così poco trasparente, almeno dal punto di vista della comunicazione) ci vedo un po’ questo rischio e sinceramente credo che l’Italia abbia bisogno, prima di tentare altri esperimenti innovativi, di chiudere l’esperienza della seconda Repubblica con un parlamento composto in maggioranza da persone competenti.

Quando sei ridotto così male, anche solo una “pettinata” può fare una grande differenza.

(nota del 17.12.12 – vedo che non sono l’unica a pensarla così: leggete questo post che spiega molto meglio di me perché “Grillo non funziona”)

Annunci

One thought on “Parlamentarie condominiali

  1. Ale’, rieccoci qua. D’accordo su tutto – eccheppalle, ma che siamo parenti?
    Aggiungo solo una postilla.
    Le riunioni di condominio, e la relazione Eletti-Elettori, funzionano se e solo se c’è uno straccio di rapporto fiduciario. Lo dico estremizzando, ma è il “non capisco, ma mi adeguo” di quel comico romagnolo (ma guarda un pò ,,, la Romagna, di nuovo), Ferrini, che facendo riferimento al Partito , usava questa espressione.
    C’è molto da lavorare, ma recuperando un pò di sano “non capisco, ma mi adeguo”, abbiamo margini di miglioramento che i tedeschini della Merkel non si sognano nemmeno.
    Forza, andiamoci a prendere ‘sto 2013, aggrediamolo, mordiamo il futuro.

    Abbracci
    Dario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...