La fine del mondo.

La fine del mondo è
un’idea che non t’appartiene più,
un contesto in cui ti trovi a disagio,
una visione che differisce in modo netto,
il tradimento della fiducia,
una scrivania che si svuota troppo in fretta,
una vocina nel cervello che ripete ossessivamente
game over
game over
game over.

E’ tutto questo ma in realtà è molto, molto di più.
E’ un’era nuova che si apre,
la conta delle certezze,
il recupero delle proprie forze del proprio valore,
il ribaltamento della prospettiva e dei preconcetti,
il momento di vedere se la semina porterà raccolto.

E’ anche, lo ammetto, il gusto un po’ sadico non tanto di distruggere,
quanto di smettere di salvare a tutti i costi qualcosa che non ti appartiene.

I Maya avevano ragione: la fine di questo mondo è un bene, un frutto che potranno cogliere tutti quelli che hanno lavorato duramente nei tempi più cupi, in attesa del momento giusto.

E allora coraggio signori, rivoluzione sia!

Natale rivoluzionario

 

 

Annunci

One thought on “La fine del mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...